La mia proposta di legge sui divorzi

22 febbraio 2010

Ho la soluzione perfetta.

Punto primo, si abolisce la legge sul divorzio. Via la legge 898/1970 e tutte le norme collegate.

Punto secondo, si applicano al matrimonio tutte le procedure previste sinora per il divorzio:

– i due aspiranti nubendi devono fare un ricorso al tribunale in cui spiegano che si amano e si vogliono fidanzare;
– dopo qualche mese devono comparire in udienza davanti al presidente del tribunale che cerca di dissuaderli (ma siete proprio sicuri? e se poi vi stufate? ecc.)
– fatta questa udienza gli aspiranti nubendi devono aspettare tre anni;
– dopo tre anni fanno un altro ricorso al tribunale in cui devono spiegare che non possono fare a meno di sposarsi e quindi si vogliono sposare;
– ricompaiono in udienza davanti al presidente del tribunale che verifica se non sia proprio possibile sciogliere l’unione (ma ce l’avete la casa? ma lo sapete che poi dovete assistervi reciprocamente nel bene e nel male? ecc.)
– se gli aspiranti nubendi insistono, il tribunale, in composizione collegiale, li autorizza a sposarsi. Se però dichiarano di voler avere figli dev’essere prima sentito il parere del pubblico ministero.

Ecco.

In questo modo, chi arriva al matrimonio, poi non ci pensa neanche a divorziare.

Problema risolto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: